Descrizione immagine

 

 

    Al Dutur


Al Dutur è un personaggio nato per dare un po' di respiro e buonumore al Dottor Paolo Zanocco, vittima di una professione usurante che rischiava di farlo finire male : insomma è stato ideato come forma di autoterapia.

Piano piano però ha preso coscienza che sarebbe potuto essere un agente terapeutico anche per tutti gli altri: e allora si è messo a cantare le sue canzoni e a recitare le sue poesie alla gente.

Il repertorio di Al Dutur è in dialetto pavese e comprende le sue canzoni ironiche, comiche e intimiste, ma anche molti classici del dialetto lombardo e qualche cover rivisitata, completate da sonetti dialettali e monologhi comici imperniati su un  mondo medico tragicomico .   

  

Descrizione immagine

Chi è al Dutur? Un po' menestrello, un po' cantautore, un po' cabarettista... e tutto sommato anche un po' poeta.

Ha iniziato la sua missione più o meno all'inizio del terzo millennio. In questi anni il suo camice e il suo cilindro si sono fatti conoscere in moltissime circostanze del tutto eterogenee: spettacoli, fiere, feste, cene, riunioni dei gruppi più disparati... insomma di tutto e di più. Le sue canzoni hanno sempre portato un tocco di leggerezza e di allegria a tutti gli ascoltatori. Negli ultimi tempi ha coagulato il suo repertorio in diversi format, che gli consentono di dar vita a interventi molto diversificati, adattabili a svariate situazioni: sono nati così tre spettacoli che sono intitolati rispettivamente   " Dutur, bòn jour! ", " M'intarèsa no! ", "Al Dutur a l'usteria".  


La sua produzione ha come minimo comune denominatore il dialetto pavese, trattandosi di sonetti dialettali e canzoni dialettali; le tematiche svolte però sono collegate soltanto parzialmente con la realtà locale. I suoi temi sono stati inizialmente quelli collegati con il lavoro di Medico, visto da una angolazione ironico-comica. Alle argomentazioni mediche e locali si sono poi aggiunte tematiche introspettive e di critica sociale, che hanno contribuito a rendere il repertorio più vario e interessante.       


Finora Al Dutur ha realizzato tre CD delle sue canzoni, tutti contrassegnati da una impostazione molto artigianale, basata sul più classico degli "home recording" e sulla collaborazione di amici musicisti molto disponibili. Gradatamente la cura per la realizzazione si è affinata, fino a dar vita a registrazioni assolutamente godibili, che hanno visto la collaborazione di artisti di altissimo livello, tutti di origine rigorosamente locale. 


- G’HO UN DULUR
Una raccolta di brani estremamente eterogenei, registrati senza un vero programma, nell’arco di diversi anni (!...), in qualche rara domenica pomeriggio, dopo aver bevuto il thè coi biscotti a casa di Silvio Negroni o chiacchierato del più e del meno a casa di Franco Cellario. Questo CD è un fulgido esempio di quel che si può realizzare utilizzando le nostre metodiche di “Tinello recording”. Toni scanzonati e a tratti scollacciati si alternano a momenti più poetici e pacati: una caratteristica che fa di questa raccolta un carosello di stili che sicuramente non lascia spazio alla monotonia. 


- UN PAÉS FANTASMA 
Forse un giorno qualcuno potrebbe efinirlo “una piccola chicca dedicata al paesino di Torre d’Isola”. Questo lavoro è stato commissionato al Dutur dalla Amministrazione Comunale, che in occasione del S.Natale 2007, ha voluto fare un omaggio inconsueto a tutte le famiglie, puntando sulla musica locale e sui valori del nostro territorio.
Atmosfere da strapaese e quadri di vita campagnola si contrappongono ad attimi di più misurato lirismo, in una atmosfera che, per ovvi motivi, è stata mantenuta su toni più pacati rispetto a quelli del CD precedente.



- LA PASTIGLIA

Usando, con un po' di ironia, una espressione cara ai critici musicali, potrebbe essere definito "il CD della maturità artistica". I brani, che come sempre spaziano fra generi estremamente vari, denotano una indubbia crescita artistica e mettono in evidenza progressi notevoli per quanto concerne il lato tecnico. Ogni canzone è stata registrata con la collaborazione di differenti artisti pavesi, musicisti e cantanti di alto livello, fra cui spiccano Drupi, Max Pezzali e il baritono Ambrogio Maestri. A loro e a tutti gli altri va il Grazie! del Dutur. 



* Informazioni sulla produzione di sonetti dialettali sono consultabili alla voce "Libri".  



    

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine